Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il coyote liberò le stelle

Il coyote liberò le stelle
titolo Il coyote liberò le stelle
Autore
Collana Rimmel, 14
Editore Laurana Editore
Formato Libro
Pagine 416
Pubblicazione 03/2013
ISBN 9788896999455
 
17,50
 
Disponibilità immediata

Disponibile anche nel formato

In pillole

«Più di tutto mi dà la nausea il mio partito. Indigeribile complicato e kitsch come una torta nuziale. Sopra, il presidente e il segretario, soli uno affianco all’altro come i pupazzetti che raffigurano gli sposi. Subito sotto, in un cerchio poco più grande, i massimi dirigenti. Sotto ancora, quelli che sgomitano per salire al livello superiore. Infine, alla base, quelli che continuano a credere nell’ideale – ma quale? – solo perché le illusioni aiutano a vivere e tutti dobbiamo campare. Tutt’intorno, una massa di ingordi che non vedono l’ora di agguantare il loro pezzo di torta».
La vita è fantasia, è coraggio, è lotta dura

Luisa Alunni è una donna giovane e bella, figlia del suo tempo e che del suo tempo vive tutte le contraddizioni. Vorrebbe l’amore ma non rinunciare alla carriera. Vorrebbe un incarico professionale di prestigio all’interno del suo partito – Sinistra Unita – ma non pagare il prezzo del cinismo e dell’opportunismo che vede intorno a sé. Fra contraddizioni e speranze, illusioni e disillusioni, incontra sul suo cammino personaggi a cui crede e di cui al tempo stesso diffida. Il segretario del suo partito, Eugenio Rispoli, uomo arrivista e spregiudicato; Lorenzo Pippoli, suo corteggiatore, ma anche concorrente e raccomandato di ferro; Alfonso Corradi, grande vecchio della politica italiana, di cui è pericoloso fidarsi del tutto, ma può essere un prezioso alleato; Marco, l’amico di sempre. E infine Giovanni, giornalista di successo, ambizioso e sensibile al fascino femminile, per il quale prova immediatamente sentimenti contrastanti…
Sullo sfondo dell’intrigo di passioni inconfessabili, dell’intreccio con poteri forti e con il mondo dell’informazione che manovra e si fa manovrare dai partiti, Luisa si muove in un gioco più grande di lei. Vincere significa migliorare la politica, liberarla da giochi di potere al limite del lecito. E trovare il proprio posto nel mondo. Quando il segretario Rispoli le propone di fare la portavoce crede sia finalmente arrivato il suo momento. Ma non sa quanti tramano contro di lei.
Comincia così Il coyote liberò le stelle, il primo romanzo che ci porta davvero dentro le stanze segrete della politica italiana e ce ne mostra i meccanismi, le grandezze e le debolezze. Scritto con intelligenza e cuore da Daniela Brancati, capace di tenere il lettore incollato alle pagine e di non lasciarlo andare fino all’ultima riga.
 

Biografia dell'autore

Daniela Brancati

Daniela Brancati, giornalista e dirigente d’azienda nel settore della comunicazione, è stata la prima donna direttore di un telegiornale nazionale italiano: nel 1994 ha diretto il Tg3, e ancora prima il tg di Videomusic. Tra i suoi numerosi libri ricordiamo il romanzo Tutta una vita (Marsilio, 2005) premio Frignano Opera Prima, Il coyote liberò le stelle (Laurana, 2013)  e il saggio Occhi di maschio. Donne e televisione, una storia dal 1954 a oggi (Donzelli, 2011). La sua biografia figura nell’Enciclopedia Garzanti della televisione e nel Who’s who in Italy. Ha ricevuto molti prestigiosi premi, ed è stata insignita dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica italiana.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.