Il tuo browser non supporta JavaScript!

Manuale elettorale per candidati marxiani

Manuale elettorale per candidati marxiani
titolo Manuale elettorale per candidati marxiani
sottotitolo 10 modi per affrontare la giungla elettorale
Autore
Prefazione ,
Collana Dieci, 12
Editore Laurana Editore
Formato Libro
Pagine 144
Pubblicazione 10/2016
ISBN 9788898451586
 
11,90
 
Disponibilità immediata

Disponibile anche nel formato

In pillole

«Questo è un libro lieve, delicato. Capace di raccontare con minuziosa serietà quello che occorre fare quando si decide di intraprendere la strada della politica. O, per dirla come piace a me, dell'impegno nelle istituzioni. Una strada difficile, faticosa, spesso totalizzante, eppure così ricca di emozioni che vale la pena percorrere». Giuliano Pisapia
Per essere un candidato 'marxiano' ci vuole passione, devi essere convinto che con te come consigliere la tua città sarà davvero un posto migliore. Alessandro Giungi è stato per ben due volte il primo dei non eletti per una manciata di voti. Quando finalmente è toccato a lui non è mancato a nessuna delle sedute del consiglio comunale di Milano totalizzando il 100% di prersenze in aula. In questo manuale parla della sua esperienza, dal look per il 'santino' al budget della campagna elettorale ai tempi di facebook. Accorgimenti, trucchi a costo zero e consigli testati sul campo quando ha macinato chilometri sotto la pioggia, dal primo volantinaggio al mercato rionale sino alla chiusura dei seggi.
Un libro che strappa più di un sorriso e che fa innamorare di nuovo di quella politica fatta di incontri, strette di mano e soluzioni concrete a problemi reali che ci toccano da vicino.
Perchè candidarsi è un'avventura da provare almeno una volta nella vita.
 

Biografia dell'autore

Alessandro Giungi

Alessandro Giungi, avvocato, sposato con Angela e papà di Leonardo e Andrea. È nato nel 1970 e vive da sempre a Milano, città in cui da molti anni è impegnato come legale e come volontario sui temi dell'emergenza abitativa e dell'assistenza ai profughi.
È stato consigliere comunale per il Pd, ricoprendo anche la carica di presidente della Sottocommissione Carceri, ruolo che ha interpretato cercando di dare voce a tutti coloro che sono detenuti, lavorano e operano negli Istituti di pena milanesi.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.