Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

LA BOTTEGA DEI LIBRI - DOLCE DA MORIRE

Recensione di: Dolce da morire
05.04.2023

Olga Cazzaniga Peroni, di comune accordo con la madre Irma e la sorella Ottavia, si reca presso l’agenzia investigativa di Franco Reali perché sospettano che Attilio, fidanzato della nipote Olivia, miri al patrimonio della ragazza.

Olga non è la tipica cliente che aspetta pazientemente notizie sulle indagini, tutt’altro! Lei si intromette, nonostante il categorico divieto ricevuto da Franco.

Ma torniamo al sospettato cacciatore di dote, Attilio. Davvero mira solo al patrimonio dei Cazzaniga Peroni? Oppure nasconde altro?

Franco, insieme ai suoi fidati collaboratori, Nero e Giona, purtroppo per lui anche con la collaborazione di Olga, indagherà a fondo e scoprirà…

Fidatevi! Ii puntini di sospensione ci stanno tutti.

“Dolce da morire” di Cristina Aicardi e Ferdinando Pastori non è il solito “Giallo”; c’è un mistero da risolvere, colpi di scena, ci sono i buoni e i cattivi, ma tutto è condito da tanta ironia. Personalmente, ho riso dalle prime parole! Ci sono comunque anche parti su cui ci si sofferma a riflettere.


CLICCA QUI leggere l'articolo 

Dolce da morire

di Cristina Aicardi, Ferdinando Pastori

editore: Laurana Editore

pagine: 256

Olga Cazzaniga Peroni è una brianzola ironica e pungente. Il timore che il fidanzato della nipote possa rivelarsi un cacciatore di dote la spinge ad assumere l’investigatore privato Franco Reali. Quello che inizia come un incarico di routine non solo porterà a risvolti inaspettati, ma stravolgerà la vita di Reali. Alle prese con usurai, criminalità organizzata, una bionda femme fatale e le continue interferenze di Olga, Reali dovrà dar fondo a tutte le sue risorse per sventare un pericoloso disegno criminale e salvaguardare l’incolumità di tutte le persone coinvolte.
17,00

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.