Il tuo browser non supporta JavaScript!

IL PALAZZO DELLE LACRIME DI PAOLO GRUGNI, UNA SPY STORY AD ALTA TENSIONE

Recensione di: Il Palazzo delle lacrime
06.11.2019
Una vita apparentemente irreprensibile è quella di Jula, una giovane donna che incarna i valori del Partito Socialista nella Berlino Est degli anni Settanta del Novecento, ma il suo omicidio porterà a galla una verità troppo scomoda e tutte le contraddizioni di un regime che ha letteralmente fatto evaporare la speranza nell’individuo. Così inizia il nuovo libro di Paolo Grugni, Il palazzo delle lacrime (Laurana Editore), che ha come protagonista il maggiore della Stasi, Martin Krause, un servo del potere, addestrato a non provare sentimenti, a non avere scrupoli e soprattutto alla menzogna. Krause, però, non è una macchina, nota le incongruenze del regime, è stanco di vivere in una società che ha paura di tutto e che sospetta di tutti e quando gli viene affidato il compito di indagare sull’omicidio di Jula, le sue certezze iniziano a vacillare ancora di più. Nella Berlino Est nulla appare come è realmente, si vive in un mondo che, come un funambolo, oscilla su un sottile filo tra il reale e il fantastico

Clicca QUI per leggere l'intera recensione

Il Palazzo delle lacrime

di Paolo Grugni

editore: Laurana Editore

pagine: 300

Fuga dalla cortina di ferro Berlino Est, 1976
16,90

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.